Tatto

da la percezione aptica

Pierre Villey diceva che

il tatto è una forma di vista ridotta a zero e la vista è una forma di tatto a distanza.

Questo perché la vista permette il cosiddetto colpo d’occhio, essendo sintetica ed istantanea, a differenza del tatto che èun senso analitico e successivo. Inoltre

l’occhio si spinge alla ricerca delle cause e degli effetti, la mano verifica i principi del mezzo e dello scopo (Spengler, 1992, pag. 52)

Eppure esiste un collegamento molto stretto tra il tipo di esplorazione che si conduce con le mani e quella che compiono gli occhi e ciò porta a dedurre che

vi è una relazione innata latente che unisce campi sensoriali apparentemente distinti e conferma la primitiva unità organica dei sensi. (Werner, 1970, pag. 95)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s